Hilaris dry

Spumante a Metodo Classico, anno: 2015

Spumante metodo classico Hilaris dry

Lo spumante metodo classico Hilaris, è un vino bianco a rifermentazione naturale in bottiglia. Questo vino è ottenuto da uve provenienti da vigneti posti nel parco delle dolomiti bellunesi. La loro esposizione a sud sud-est e la composizione del terreno ricca di sali minerali, in particolar modo calcare derivato del disfacimento della famosa roccia “dolomia”, permette di ottenere dei vini particolarmente sapidi, con una buona dotazione acida e una grande grassezza.

Lo spumante metodo champenoise Hilaris, viene vinificato in modo semplice, con fermentazioni a basse temperature, attendendo poi fino alla primavera per la preparazione della base per la presa di spuma. Questo per ottenere un vino integro, che mantenga tutte le caratteristiche provenienti da varietà e territorio. Una volta che la base è pronta, viene fatto rifermentare lentamente in bottiglia. Per un periodo che va da circa due fino a nove mesi l’Hilaris si affina sui lieviti, ed infine sboccato alla voleè.

Dopo la sboccatura viene aggiunto il liquore di dosaggio che non è altro che, una miscela dello stesso vino base e zucchero d’uva, ottenendo così le tre tipologie brut, extra dry e dry.

Il dry è più fruttato dei tre Hilaris e quello con meno affinamento sui lieviti (al massimo due mesi), per mantenere i profumi primari più intensi. Al gusto è caratterizzato da una elegante dolcezza, seguita da sapidità e freschezza, creando un connubio davvero unico ed estasiante.
Si abbina molto bene ai desset, ma anche ai gamberi, gamberoni ed astice.
Consigliamo di servirlo ad una temperatura di 8°C.

 Scarica la scheda tecnica

Perché scegliere uno Spumante Metodo Champenoise

Una volta un mio collega enologo mi disse: “uno spumante deve sorgere nella tua bocca come il sole al mattino, a mezzogiorno esplodere nella sua spuma ed infine, pian piano, abbandonarti la sera”.
Questo è quello che ogni giorno provo a riprodurre nei nostri spumanti, e che solo la rifermentazione in bottiglia riesce a dare con una certa verosimiglianza.

La fermentazione alcolica non è solo una trasformazione degli zuccheri in alcool e CO2, ma una fucina di molte molecole che il lievito produce durante le sue funzioni metaboliche. Inoltre alla fine della fermentazione, quando il lievito muore, le cellule si disgregano e il loro contenuto si riversa nel vino, arricchendolo e rinforzandolo.
Quando si fermenta in bottiglia, tutte le sostanze che il lievito produce e rilascia, rimangono nel vino senza perdite, poiché non viene fatta nessuna filtrazione, nessun intervento che comprometta il lavoro di questo microrganismo, dando a noi la possibilità di poterne godere a pieno.
Quindi questo genere di spumanti sono cremosi, grassi, sapidi con solforose più basse, durate nel tempo più lunghe e maturazioni più interessanti, proprio perché sono più integri, senza contare che quelle stesse sostanze antiossidanti che permettono allo spumante di durare nel tempo, rendendolo oltremodo delizioso, sono utili anche all’organismo umano.
Perdonate se a volte troverete un po’ di fondo nelle nostre bottiglie, ma chi vi scrive, a volte sbaglia il tempo…

Confezioni e spedizione

Normalmente tutti i nostri vini sono confezionati in scatole da 6 bottiglie, ma si possono preparare valigette da una, due o tre bottiglie, in cartone o anche in legno. Si spediscono tutti i formati senza un minimo d’ordine.